Home » Archivio per mese

Archivio per l'articolo marzo 2014

La salute mentale globale e il rischio di neocolonialismo

31 marzo 2014 – 13:02 |

Domitilla Di Thiene

Una salute mentale globale spensieratamente universalistica rischia di riprodurre le dinamiche dell’era coloniale: colonizzati senza alcun controllo del modo in cui vengono rappresentati. Un tratto saliente dell’imperialismo moderno è pretendere di essere un movimento progressista, intenzionato a istruire, modernizzare e civilizzare con il sapere occidentale come unico modello di conoscenza.

India vs Big Pharma. Accesso ai farmaci e brevetti

26 marzo 2014 – 09:24 | 2 commenti

Vieri Lastrucci

Per le aziende farmaceutiche, l’aspetto più preoccupante degli sforzi dell’India per abbassare i prezzi dei farmaci è che altri paesi stanno cominciando a seguire il suo esempio. Sia l’Indonesia che le Filippine hanno recentemente adottato leggi sui brevetti simili al modello indiano così come si sta prospettando in Brasile e in Colombia.

Summer School. Towards a right to health without borders Interdisciplinary approaches for social change (RHEACH). Izmir (Turchia), 8-18 luglio 2014

25 marzo 2014 – 14:52 |

Summer School. Towards a right to health without borders Interdisciplinary approaches for social change (RHEACH)
Izmir (Turchia), 8-18 luglio 2014
Trovate tutte le informazioni e l’application form da scaricare sul sito Csiunibo.org/
La scadenza per le iscrizioni …

Esperienze di cure primarie. L’innovazione 2.0 nell’assistenza territoriale. Bologna, 31 marzo – 1 aprile 2014

25 marzo 2014 – 14:45 |

Convegno
Esperienze di cure primarie. L’innovazione 2.0 nell’assistenza territoriale
Bologna, 31 marzo – 1 aprile 2014
Terza Torre – Sala A
Viale della Fiera 8
Il programma [PDF: 187 Kb]
 
 

Quando Coca Cola sale in cattedra

25 marzo 2014 – 13:03 | 2 commenti

“Gli sforzi per prevenire le malattie croniche vanno contro gli interessi commerciali di potenti operatori economici. E non si tratta più solo dell’industria del tabacco (Big Tobacco). La sanità pubblica deve fare i conti con l’industria del cibo (Big Food), delle bevande gassate (Big Soda) e alcoliche (Big Alcohol). Tutte queste industrie hanno paura delle regole, e si proteggono usando le stesse, ben note tattiche”.

Il caso Avastin Lucentis

23 marzo 2014 – 21:59 | 2 commenti

Nerina Dirindin

Una brutta vicenda, che ha consentito a Roche e Novartis di aumentare i loro profitti a danno di un Paese colpito da una grave crisi economica e senza la minima attenzione per le conseguenti difficoltà di accesso alle cure da parte di persone con patologie gravi e diffuse.

Sunshine Act. La trasparenza nelle transazioni tra medici e Big Pharma

20 marzo 2014 – 22:37 | 2 commenti

Adriano Cattaneo

Ogni transazione finanziaria, in denaro o in natura che superi i 10$, tra un medico o gruppo di medici e uno o più produttori di farmaci o altri prodotti sanitari deve essere notificata e inserita in uno speciale registro pubblico che dal 1° settembre 2014 potrà essere interrogato da chiunque.

Seminario Rete Italiana Culture della Salute Cipes/Aies. Imparare a nuotare nel fiume della vita. Roma, 5 aprile 2014

18 marzo 2014 – 12:39 |

Seminario Rete Italiana Culture della Salute Cipes/Aies
5 aprile 2014
Imparare a nuotare nel fiume della vita. Alla ricerca di saperi e pratiche nuove per la promozione della salute globale
Il programma [PDF: 860 Kb]

Papa Francesco e la dimensione sociale della salute

17 marzo 2014 – 07:58 |

Enrico Materia e Giovanni Baglio

Francesco, diversamente dal suo predecessore Benedetto XVI, non rintraccia la causa dei mali che pervadono le società nel relativismo, ma indica nelle ingiustizie politico-sociali, e nelle ideologie che le promuovono, le ragioni della quotidiana precarietà in cui vive la maggior parte degli uomini e delle donne del nostro tempo. Il Papa, accusato di marxismo sulla stampa statunitense, ha difeso questi predicati richiamandosi alla dottrina sociale della Chiesa.

Crisi economica e HIV: il caso della Grecia

12 marzo 2014 – 10:40 |

Enrico Tagliaferri
La grave crisi economica in Grecia, in un contesto di politiche repressive sulla droga, potrebbe spiegare l’epidemia di HIV tra i tossicodipendenti. Nel 2011 i casi tra i tossicodipendenti sono arrivati a 260, il 27% di tutti i casi, e nel 2012 sono ulteriormente aumentati a 522, 44% di tutti i casi.

Pin It on Pinterest