Home » Archivio per mese

Archivio per l'articolo ottobre 2016

Governi e Big Sugar. La dolce vita

26 ottobre 2016 – 10:11 |

Adriano Cattaneo

Per molto tempo è stato il governo americano a difendere gli interessi dell’industria dello zucchero facendo pressioni sull’OMS per impedire risoluzioni che ne limitassero il consumo nella dieta. Negli ultimi anni anche il governo USA (Obama non è Bush) ha appoggiato le raccomandazioni dell’OMS. A obiettare sulle limitazioni del consumo di zucchero raccomandate dalla comunità internazionale è subentrato il governo italiano, con le affermazioni del Ministro Lorenzin: “Non è facendo questo tipo di divieti che noi costruiamo la cultura dell’alimentazione”.

Renzi & Big Tobacco

24 ottobre 2016 – 10:05 | 2 commenti

Angelo Stefanini

L’Italia è stata identificata dalla Philip Morris come finora l’unico paese occidentale tra i tre “mercati-chiave” su cui puntare, assieme a Indonesia e Russia. Investire nell’economia del tabacco, gettandosi tra le braccia letali di Big Tobacco, rappresenta una scelta politica molto grave di cui il governo non può ignorare le enormi implicazioni, a cominciare del suo impatto sulla salute. E l’industria del tabacco ringrazia con un’elargizione di 150 mila euro.

Sostenibilità del SSN e fondi sanitari integrativi

20 ottobre 2016 – 09:59 | 2 commenti

Alberto Donzelli, Monica Sutti, Vittorio Caimi, Ernesto Mola, Piergiorgio Duca, Adriano Cattaneo, Roberto Romizi, Violetta Plotegher

Riteniamo che i fondi sanitari cosiddetti integrativi non accetteranno passivamente di lasciarsi definire “venditori di prestazioni futili”, che a quel punto non troverebbero molti acquirenti. Invece sono e saranno infaticabili nel proclamare il value del più ampio portafoglio della propria offerta (per sopravvivere e prosperare), contrastando mediaticamente e con azioni di lobbying coloro che vorrebbero sminuire il value delle prestazioni che offrono.

Da Obamacare a Hillarycare?

17 ottobre 2016 – 10:14 |

Gavino Maciocco

L’esito delle elezioni presidenziali che si terranno tra meno di un mese influenzerà profondamente l’assetto futuro del sistema sanitario americano. Se vincerà Donald Trump la riforma di Obama sarà cancellata questo è certo, del tutto ignote al momento le soluzioni alternative. Ma anche se vincerà Hillary Clinton avverrà un forte cambiamento, in direzione della copertura sanitaria universale.

Riforma costituzionale e sanità

12 ottobre 2016 – 14:40 | 2 commenti

Marco Geddes

Dai sostenitori della riforma costituzionale è stato evocata, quale conseguenza di una vittoria del SI anche un presunto miglioramento del nostro sistema sanitario! A ciò è stato dedicato recentemente un convegno a Roma: “Riforma costituzionale e salute”, introdotto – guarda caso – dall’Amministratore Delegato dell’industria farmaceutica Roche. Ma né il SI (e neanche il NO) sono destinati a curare il nostro sistema sanitario. Sono le politiche del governo che lo stanno distruggendo.

Il differente valore (value) dei livelli essenziali di assistenza

10 ottobre 2016 – 10:22 | Un commento

Nino Cartabellotta

Nel corso degli anni non è mai stata utilizzata alcuna metodologia rigorosa ed esplicita per definire l’inserimento di una prestazione nei LEA, troppo spesso sdoganata solo in presenza di un elevato consenso sociale e/o professionale. Di conseguenza, oggi con il denaro pubblico vengono rimborsate numerose prestazioni dal value basso o addirittura negativo, ovvero dal profilo rischio-beneficio sfavorevole. Al tempo stesso, numerose prestazioni dall’elevato value non rientrano nei LEA per il ritardo accumulato nell’aggiornamento degli elenchi delle prestazioni.

Livelli essenziali di assistenza sanitaria (LEA) e diritto alla salute

5 ottobre 2016 – 13:19 |

Stefano Cecconi

Se non si mette in sicurezza il finanziamento del SSN, l’aggiornamento dei Lea rischia di essere un provvedimento velleitario. La lunga crisi economica e sociale, aggravata da insensate politiche di austerity che hanno tagliato il finanziamento alla sanità e ai servizi del welfare socio assistenziale, ha messo in discussione la garanzia dei Lea, soprattutto in alcune regioni. I monitoraggi sulla garanzia dei Lea sono preoccupanti e descrivono una drammatica frammentazione del SSN.

Le case della salute. Innovazione e buone pratiche. Firenze, 14 ottobre 2016

3 ottobre 2016 – 14:32 |

Presentazione del libro
Antonio Brambilla e Gavino Maciocco. Le case della salute. Innovazione e buone pratiche

Firenze, venerdì 14 ottobre 2016

Palazzo Bastogi – Sala Delle Feste – via Cavour, 18
ore 16.30/19.00

Info e prenotazioni: tel. 0552387603

Come integrare ospedale e territorio. Con la Casa della salute.

3 ottobre 2016 – 14:21 |

Giancarlo Casolo

Con questo lavoro, silenzioso, poco visibile ho recuperato le motivazioni che talora in ospedale è difficile mantenere. I pazienti e i loro familiari manifestano soddisfazione, il medico di famiglia ottiene un sostegno diagnostico-terapeutico che consente di condividere scelte, talora anche difficili ma fondamentali. Sicuramente sono stati ridotti ricoveri e prestazioni non necessarie, ma soprattutto credo che stiamo assolvendo a uno dei più alti compiti che la nostra professione ci chiede: quello della cura del paziente e non solo del suo cuore.

Pin It on Pinterest