Home » Archivio per tag

Articoli taggati con: Dossier NHS

La lezione di Jeremy Corbyn

26 giugno 2017 – 10:06 | Un commento

Gavino Maciocco

Corbyn ha trascinato i ragazzi prima ai comizi e poi alle urne. Ha votato il 66,4% degli under 35 contro il 43% del 2015 e il 63% ha preferito Corbyn; la registrazione alle liste elettorali ha avuto un picco nei giovanissimi, 246 mila contro i 137 mila di due anni fa. Numeri che hanno spinto l’affluenza totale al 68,74%, (32 milioni di elettori) più bassa solo del 1992. Nei seggi dove la partecipazione è salita del 5%, i laburisti hanno prevalso. Le città, i centri universitari sono color rosso Labour.

La sanità liquida

27 febbraio 2017 – 10:02 |

Gavino Maciocco

In Inghilterra e in Italia, nel volgere di una stagione politica, si è passati da sistemi sanitari equi e rassicuranti a sistemi sanitari sempre più iniqui e insicuri. Si è passati cioè da una sanità “solida” a una sanità “liquida”, mutuando il concetto di società liquida di Zygmunt Bauman. Oggi, privazioni e sofferenze sono frammentate, disperse e diffuse; e così il dissenso che producono. La dispersione del dissenso, la difficoltà di concentrarlo e ancorarlo a una causa comune, per poi dirigerlo contro un colpevole comune, rende le pene solo un po’ più aspre.

Chi salverà il Servizio sanitario inglese?

16 febbraio 2017 – 09:56 | Un commento

Gavino Maciocco

La crisi di questi giorni si manifesta con il più classico segnale del fallimento del sistema: ospedali che non riescono a ricevere i malati, dipartimenti di emergenza che scoppiano, chirurgia di elezione sospesa a tempo indeterminato (compresa quella oncologica), chiusura dei reparti di maternità. La reazione della premier Theresa May è stata quella di incolpare i medici di famiglia, accusandoli di non lavorare il fine settimana e minacciandoli di ritorsioni economiche.

Contro il mercato della salute. Intervista a Iona Heath

14 dicembre 2016 – 10:10 |

A cura di Federica Lavarini

Lo Stato sociale, considerato il grande pilota del progresso sociale post-bellico, è oggi visto come uno sperpero di ricchezza e di impresa. Viviamo sotto la dittatura del capitalismo finanziario e prevale la tirannia del profitto. La medicina è diventata oggi complice dell’errata aspirazione a cercare soluzioni tecnologiche all’eterno problema esistenziale posto dalla finitezza della vita e dall’ineludibilità della sofferenza.

Io Daniel Blake

16 novembre 2016 – 09:27 |

Loretta De Nigris e Gavino Maciocco

Un film da non perdere. Ci si emoziona e ci si sdegna per il destino del protagonista, che passa della malattia all’indigenza e alla fine muore stritolato più dalle vessazioni subite che dalla malattia. Non un caso umano, ma un caso politico. Che inizia nel 2007, quando il New Labour di Tony Blair decide di riformare il welfare britannico – in particolare la sanità e la previdenza – attraverso l’iniezione di generose dosi di privato.

Politica sanitaria e politica politicante

30 maggio 2016 – 10:34 | Un commento

Gavino Maciocco

La politica sanitaria di Kaiser Permanente e la politica politicante inglese (e italiana). Per politica politicante indichiamo una politica che usa la sanità per fini che hanno poco a che fare con la salute dei cittadini, fino ad arrivare al sabotaggio del servizio sanitario nazionale.

I medici inglesi dicono basta al mercato

8 aprile 2015 – 08:31 | 2 commenti

Gavino Maciocco
In vista delle elezioni generali che si terranno in UK il prossimo 7 maggio, la sanità è sempre più al centro del dibattito politico. E, a sorpresa, la BMA si schiera contro la recente riforma sanitaria, di cui chiede l’abrogazione. No al mercato, alla competizione, alla separazione tra committenti e fornitori. Il servizio pubblico deve tornare ad essere il principale attore del NHS.

Le ristrutturazioni e gli accorpamenti dei servizi sanitari sono efficaci?

23 novembre 2014 – 22:00 | Un commento

Marco Geddes
Le evidenze empiriche di beneficio funzionale e finanziario sono scarse, spesso l’effetto è l’inverso di quello atteso e l’incremento di dimensione organizzativa coincide solo con un incremento di complessità. Inoltre le barriere, fra servizi e fra professionisti, permangono anche all’interno delle organizzazioni, talora in misura superiore che fra le organizzazioni stesse. Infine, se le riorganizzazioni sono totalmente calate dall’alto (effetto ruspa), si perde la quotidiana, minuta attività di indirizzo e promozione di adeguate forme organizzative, di iniziative efficaci, di diffusione di buone pratiche (effetto cacciavite).

NHS. Si cambia, in meglio. Si spera

3 novembre 2014 – 13:04 |

Gavino Maciocco

Il governo inglese propone per la sostenibilità del sistema sanitario priorità e posizioni classiche della sinistra, come la prevenzione, la lotta alle diseguaglianze, l’integrazione socio-sanitaria, la cooperazione (invece della competizione). In Italia invece la (sedicente) sinistra di fronte allo stesso problema propone tagli lineari del fondo sanitario, ticket sempre più odiosi e iniqui, universalismo selettivo e assicurazioni integrative, ovvero le classiche ricette della destra.

NHS. Il razionamento

13 dicembre 2013 – 11:15 | 2 commenti

coverBMJGavino Maciocco

In Inghilterra il compito di risparmiare ricade sui Clinical Commissioning Groups. Ognuno si regola come vuole e come può, con forti differenze tra un gruppo e l’altro, creando così una situazione di iniquità assistenziale e di forte conflittualità. Un razionamento chiamato “postcode lottery”. I medici vorrebbero che fosse il governo a stabilire la lista dei servizi essenziali valida per tutti. Ma il governo ha già detto di no.

Pin It on Pinterest