Home » Archivio per tag

Articoli taggati con: Fonti informative

L’eredità dell’Osservatorio Italiano sulla Salute Globale

2 maggio 2017 – 01:13 |

Valentina Isidoris e Chiara Di Benedetto

L’Osservatorio Italiano sulla Salute Globale (OISG) ha cessato la propria attività lo scorso giugno 2016 dopo quindici anni di intensa attività in difesa del diritto alla salute per tutti, ma l’eredità lasciata dall’Osservatorio alla società non è andata perduta. Una nuova pagina web dedicata alla storia dell’OISG ripercorre il lavoro fatto, mettendolo a disposizione di tutti coloro che sono interessati ai temi di Salute globale.

La morte invisibile. Natimortalità nei paesi a basso reddito

30 giugno 2016 – 11:19 |

Eugenio Racalbuto e Vieri Lastrucci

Nel 2015 le morti in utero sono state circa 2,6 milioni, di cui il 98% nei paesi a basso e medio reddito, con oltre 2 milioni di decessi solo nell’Africa subsahariana e nell’Asia meridionale. Oltre la metà di queste morti sono avvenute durante il travaglio del parto. Circa il 70% della natimortalità si concentra in 10 Paesi (India, Nigeria, Pakistan, Cina, Etiopia, Repubblica Democratica del Congo, Bangladesh, Indonesia, Tanzania e Niger), gli stessi Paesi che nel 2015 hanno maggiormente contribuito al carico globale di morti neonatali (62%) e materne (58%).

Rapporto Osservasalute 2015 – Stato di salute e qualità dell’assistenza nelle regioni italiane

25 maggio 2016 – 10:20 |

Tiziana Sabetta, Marta Marino, Alessandro Solipaca

Le differenti scelte programmatorie a livello regionale, l’organizzazione e la gestione dei servizi sanitari basata su scenari finanziari in molti casi problematici, determinano una eterogeneità che influisce sia sulla qualità dell’offerta dei servizi erogati che sull’equità dell’accesso. Le regioni più in difficoltà sono ancora le regioni del Meridione e lo scenario è certamente aggravato dalle ripercussioni della crisi economica principalmente sugli stili di vita e, quindi, sulla qualità di vita dei cittadini, soprattutto di quelli meno abbienti.

Happy News (Buone Notizie)

30 novembre 2015 – 10:03 | 3 commenti
Happy News

Gavino Maciocco

Ovvero come nascondere la tempesta perfetta della sanità italiana. Negli ultimi anni – a causa della crisi economica e delle politiche di austerità – la salute degli italiani è peggiorata ed è fortemente diminuita la capacità del sistema sanitario di soddisfare i bisogni assistenziali della popolazione. Lo rileva l’ultimo rapporto dell’OCSE, ma non se ne parla perché ciò contrasterebbe con la narrazione happy news imperante.

Compiti per le vacanze 2015

31 luglio 2015 – 14:39 |
OECD Data

Una selezione dei dati statistici OECD 2015 a cura di Gavino Maciocco.

Sanità USA allo specchio

11 maggio 2015 – 09:59 | 2 commenti
Sanità USA

Gianluca Cafagna

La performance del sistema sanitario USA a confronto con altri dieci sistemi sanitari. Esiste una relazione coerente tra la performance dei paesi in termini di equità e le altre dimensioni della performance: minore è il risultato in termini di equità, minore è il risultato delle altre dimensioni. Il gap in termini di performance tra gli Stati sarebbe marcatamente ridotto se fossero estese e migliorate le condizioni d’accesso degli individui nella metà inferiore della distribuzione del reddito.

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l’EHCI

16 marzo 2015 – 10:27 | 3 commenti

Miriam Levi

L’Euro Health Consumer Index (EHCI) 2014 mette a confronto le performance dei sistemi sanitari europei, partendo dal punto di vista del paziente/consumatore. I sistemi “Bismarck”, come Olanda e Germania, continuano a superare quelli “Beveridge”, come Italia e Regno Unito. Tuttavia, mettendo a confronto i primi 5 Paesi Bismarck con i primi 5 Paesi Beveridge, a fronte di una spesa sanitaria pro capite molto più elevata, i risultati di salute conseguiti dai sistemi Bismarck risultano essere di poco superiori a quelli dei sistemi Beveridge.

Il German Hospital Quality Report

24 settembre 2014 – 09:44 |

Marco Geddes e Lorenzo Righi

Un esempio di monitoraggio delle attività ospedaliere, sia in termini di processo che di esito. Una rete ospedaliera che condivide sistemi di rilevazione ed analisi dei propri risultati.Il German Hospital Quality Report rappresenta un utile esempio, anche per noi. Sicuramente uno dei problemi da superare in Italia per avere una più snella e proficua gestione dei dati è la comunicazione tra i numerosissimi sistemi informatici, differenti a livello inter- ma spesso anche intra- regionale.

Rapporto Osservasalute 2013. Stato di salute e qualità dell’assistenza nelle regioni italiane

19 maggio 2014 – 10:21 |

Giuseppe Furia, Tiziana Sabetta, Maria Avolio, Marta Marino

Il quadro dell’Italia che emerge dal Rapporto Osservasalute 2013 è quello di un Paese che tende sempre più a invecchiare, che deve farsi carico di importanti flussi migratori e che dovrà quindi far fronte a bisogni sanitari crescenti, nonostante lo scenario economico risulti aggravato dalle ripercussioni della crisi che continua ad investire il nostro Paese determinando una contrazione delle risorse disponibili. In aggiunta, permangono, ed in alcuni casi si intensificando, le differenze tra macroaree geografiche, vedendo quasi sempre penalizzate le regioni del Mezzogiorno,dove si osservano situazioni di maggiore criticità, rispetto alle regioni del Nord.

Invecchiamento di popolazione: di cosa abbiamo bisogno?

17 febbraio 2014 – 10:23 |

Lilia Biscaglia

Come sottolineato nell’editoriale del Lancet, ora più che mai c’è bisogno di una pianificazione dei sistemi sanitari “proattiva” e non più “reattiva”. Ed è necessario occuparsi degli aspetti sociali collegati alla salute e al benessere. I nuovi sistemi informativi per una popolazione che invecchia.

Pin It on Pinterest