Globalisation, crisis and activism: the role of the People’s Health Movement. Bologna 03.09.2012

Globalisation, crisis and activism: the role of the People’s Health Movement

Il Centro di Salute Internazionale invita tutti gli interessati all’incontro pubblico, che si terrà al VAG61 (Via Paolo Fabbri 61, Bologna) lunedì 3 settembre alle ore 21.

L’invito [JPG: 250 Kb]
David Sanders, professore di sanità pubblica all’Università di Western Cape (Città del Capo, Sudafrica), presenterà la storia del People’s Health Movement (PHM), rete globale di attivismo per il diritto alla salute di cui è tra i fondatori, e gli esiti della terza Assemblea Mondiale del movimento recentemente svoltasi a Città del Capo.

Alexis Benos, membro del PHM e docente di sanità pubblica presso l’università di Salonicco, presenterà l’impatto che la crisi sta avendo sulla salute delle persone in Grecia, la reazione del mondo accademico e le prospettive di cambiamento aperte dai movimenti sociali.

Feride Aksu, dell’università di Izmir e segretaria generale dell’Ordine dei Medici turco, porterà il caso della Turchia, dove le battaglie per il diritto alla salute si concentrano sulla privatizzazione dei servizi sanitari e sull’impatto ambientale e sulla salute dei lavoratori che hanno le attività non regolate delle imprese transnazionali.

Modererà il dibattito Angelo Stefanini, direttore del Centro di Salute Internazionale dell’Università di Bologna.
L’incontro si svolgerà in lingua inglese, con possibilità di traduzione consecutiva. Ampio spazio verrà dato al dibattito pubblico per analizzare le possibili declinazioni italiane ed europee del PHM, alla luce della crescente minaccia per la salute e per i sistemi di welfare rappresentata tanto dalla crisi quanto dalle misure economiche adottate.

Per ulteriori informazioni:
Blog: La terza assemblea del People Health Movemente chiama all’azione

Mail: csiunibo@gmail.com
Tel: – +39 3287554698
Web:  Csiunibo.org
Facebook: evento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.