Home » Archivio per la Categoria

Articoli in In evidenza

4Words. Le parole dell’innovazione in Sanità. Roma, 26 gennaio 2017

16 gennaio 2017 – 12:34 |

4Words. Le parole dell’innovazione in Sanità
Roma, 26 gennaio 2017
La sanità sta cambiando e il progetto Forward – curato dal Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio (DEP Lazio) – vuole interpretare il cambiamento e approfondire …

Epatite C. Il diritto alla cura

20 luglio 2016 – 08:55 | 38 commenti

Petizione per consentire a tutti i pazienti di accedere a terapie efficaci, a carico del servizio sanitario nazionale. Produrre i farmaci anti-epatite C sotto forma di generici, a un prezzo ragionevole e accessibile, è consentito dallo stesso trattato che regola i brevetti attraverso il meccanismo della licenza obbligatoria, a cui si può ricorrere quando si verifichi un’emergenza nazionale di sanità pubblica. Per ottenere ciò è necessaria una forte spinta dal basso.

La salute, diritto fondamentale  

27 giugno 2016 – 10:10 | Un commento

Gavino Maciocco

La riforma costituzionale proposta dal Governo Renzi non tocca l’art. 32, ma è la politica dello stesso governo che ha reso il diritto alla salute sempre più estraneo dalla realtà quotidiana della popolazione e in particolare di quella più povera. Domina l’idea thatcheriana che la società non esiste, ma soltanto gli individui, così gli interventi si basano su un individualistico “fai-da-te” affidato a bonus, contributi, benefici occasionali e, per chi può, alle assicurazioni.

Politica sanitaria e politica politicante

30 maggio 2016 – 10:34 | Un commento

Gavino Maciocco

La politica sanitaria di Kaiser Permanente e la politica politicante inglese (e italiana). Per politica politicante indichiamo una politica che usa la sanità per fini che hanno poco a che fare con la salute dei cittadini, fino ad arrivare al sabotaggio del servizio sanitario nazionale.

Gambero Italia

26 aprile 2016 – 10:08 | 4 commenti

Gavino Maciocco

I sistemi sanitari single-payer, come quello italiano, sono più economici e sostenibili di quelli basati sul mercato assicurativo, e anche con migliori risultati di salute. Per questo andavano affossati. Il fronte anti single-payer sembra averla vinta. Del resto bisognava preparare il campo – cioè svuotarlo da una forte presenza del settore sanitario pubblico – in vista della prossima approvazione del TTIP, il partenariato transatlantico sul commercio e gli investimenti che consentirà lo sbarco in Europa dell’industria sanitaria e assicurativa americana.

La sanità che non ti aspetti

30 marzo 2016 – 10:08 |

Gavino Maciocco

In Grecia e negli USA – per motivi (in parte) molto diversi – si sono sviluppate iniziative che cercano di soddisfare bisogni che il sistema sanitario non riesce a garantire – perché non può o non vuole. L’Italia non è la Grecia e neppure gli USA. Tuttavia ci troviamo in un piano inclinato che rischia di portarci da quelle parti. Il definanziamento coatto cui è sottoposto il SSN apre enormi spazi al settore privato. Non siamo negli USA, ma anche qui aprono Retail clinics e Urgent Care Centers. Non siamo negli USA, ma forse è lì che ci vogliono portare, magari passando per la Grecia.

Se Uber sbarca in sanità

14 marzo 2016 – 10:33 | 5 commenti

Gavino Maciocco

Uber ha intercettato un bisogno (rivelatosi enorme, su scala planetaria) e c’è voluto poco perché nella Silicon Valley qualcuno non applicasse l’app di Uber anche in sanità. Come per Uber nel campo dei taxi, le innovazioni Uber-like in sanità mettono a nudo l’incapacità e il ritardo del sistema – e soprattutto dei professionisti – nel venire incontro alle legittime esigenze degli utenti. Ciò rappresenta un’opportunità e anche un forte stimolo verso il cambiamento. Ma la medaglia di queste innovazioni ha un’altra faccia, assai meno amichevole e rassicurante.

La parabola della rana bollita

25 maggio 2015 – 10:34 | 4 commenti

Gavino Maciocco

Sulla sanità si gioca una partita vasta e complessa che ha poco a che vedere con la salute dei cittadini. Una partita che si interseca con la riforma del Terzo settore, già approvata alla Camera, e che ha come sfondo i colossali interessi dell’intermediazione finanziaria e assicurativa nazionale e internazionale. Tutto questo deve avvenire nel silenzio generale e lontano da occhi indiscreti (come le trattative TTIP). La temperatura dell’acqua deve crescere, ma lentamente, per ottenere – senza clamori – il disfacimento del servizio sanitario nazionale.

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l’EHCI

16 marzo 2015 – 10:27 | Un commento

Miriam Levi

L’Euro Health Consumer Index (EHCI) 2014 mette a confronto le performance dei sistemi sanitari europei, partendo dal punto di vista del paziente/consumatore. I sistemi “Bismarck”, come Olanda e Germania, continuano a superare quelli “Beveridge”, come Italia e Regno Unito. Tuttavia, mettendo a confronto i primi 5 Paesi Bismarck con i primi 5 Paesi Beveridge, a fronte di una spesa sanitaria pro capite molto più elevata, i risultati di salute conseguiti dai sistemi Bismarck risultano essere di poco superiori a quelli dei sistemi Beveridge.

L’equità nella salute in Italia. Secondo rapporto sulle diseguaglianze sociali in sanità

20 gennaio 2015 – 11:43 |

Recentemente è stato pubblicato il libro “L’equità nella salute in Italia. Secondo rapporto sulle diseguaglianze sociali in sanità” di Giuseppe Costa et al. (a cura di), edito da Fondazione Smith Kline, presso Franco Angeli Editore, …

Pin It on Pinterest