Home » Archivio per tag

Articoli taggati con: Salute materno-infantile

Niente asilo senza vaccino. Sono guelfo o ghibellino?

23 gennaio 2017 – 10:52 | 5 commenti

Pier Luigi Lopalco

La scelta di porre un filtro per sancire un diritto/dovere sacrosanto, condiviso fra individuo e comunità qual è quello di vaccinare i nostri bambini, mi sembra ragionevole di fronte ad una seria minaccia, anche solo potenziale, per la salute pubblica. Non bisogna però pensare che questo da solo possa bastare a invertire la rotta. Bisognerà lavorare, e lavorare duro, per aumentare la fiducia dei nostri utenti e rompere tutti i meccanismi consci e inconsci che bloccano la decisione vaccinale di molti genitori di oggi.

L’assenteismo dei medici nei paesi in via di sviluppo

7 dicembre 2016 – 10:04 |

Enrico Tagliaferri

L’assenteismo dei medici in Uganda è un fenomeno rilevante che ha un impatto sulla salute materno-infantile. Formare personale sanitario, compresi i medici, in numero sufficiente, e incentivarli perché restino a lavorare nel loro paese, comprese le zone rurali, è sicuramente una parte della soluzione. Questo permette di ridurre il carico di lavoro del singolo medico e affiancargli figure cui possa delegare alcune mansioni.

Le mamme canguro. Meglio di un’incubatrice

9 novembre 2016 – 11:22 |

Adriano Cattaneo
Il metodo della madre canguro è stato ideato verso la metà degli anni ’70 in Colombia per sopperire all’insufficienza di incubatrici nella gestione dei neonati pretermine. Si è però subito rivelato meglio di un’incubatrice …

L’abuso sessuale nell’infanzia e adolescenza

14 settembre 2016 – 14:47 |

Andrea Lopes Pegna

L’abuso sessuale dell’infanzia rientra nel problema ancora più vasto del maltrattamento fisico subito dai bambini e adolescenti che è valutato in una percentuale del 25% dei casi dall’OMS. L’estensione del problema diventa ancora più ampia se al maltrattamento fisico si associa anche quello psicologico e quello che viene chiamato “abuso emozionale” (cioè bambini e adolescenti che sono ignorati, rifiutati, isolati, incitati a delinquere, assaliti verbalmente, terrorizzati, abbandonati); in questo caso si può valutare che circa il 50% dei minori subisce una forma di maltrattamento.

La morte invisibile. Natimortalità nei paesi a basso reddito

30 giugno 2016 – 11:19 |

Eugenio Racalbuto e Vieri Lastrucci

Nel 2015 le morti in utero sono state circa 2,6 milioni, di cui il 98% nei paesi a basso e medio reddito, con oltre 2 milioni di decessi solo nell’Africa subsahariana e nell’Asia meridionale. Oltre la metà di queste morti sono avvenute durante il travaglio del parto. Circa il 70% della natimortalità si concentra in 10 Paesi (India, Nigeria, Pakistan, Cina, Etiopia, Repubblica Democratica del Congo, Bangladesh, Indonesia, Tanzania e Niger), gli stessi Paesi che nel 2015 hanno maggiormente contribuito al carico globale di morti neonatali (62%) e materne (58%).

Sulla sicurezza vaccinale 

10 dicembre 2015 – 14:37 |

Pier Luigi Lopalco

È cronaca di questi giorni la montante preoccupazione fra gli operatori di sanità pubblica per il crescente aumento dei rifiuti parentali alle vaccinazioni dell’infanzia. il servizio vaccinale deve essere messo in grado di comunicare dati e fatti sulla sicurezza dei vaccini. Per fare questo tutto il sistema della sorveglianza post-marketing deve essere rafforzato, se non ristrutturato.

Il percorso materno infantile in Toscana

1 aprile 2015 – 12:39 |

Anna Maria Murante

Una pubblicazione ripercorre le tre fasi del percorso – gravidanza, parto e puerperio – attraverso una lettura multidimensionale dell’assistenza erogata, che oltre a tener conto dei livelli di appropriatezza e equità di accesso ai servizi, considera anche l’esperienza vissuta dalle donne e le valutazioni che ne danno.

Guai a chi tocca il latte artificiale

2 marzo 2015 – 09:19 | 3 commenti

Adriano Cattaneo

La perigliosa storia di un giovane pakistano che ha denunciato i misfatti delle multinazionali del baby food. Ne è nato un film, Tigers, che sarà presentato in prima nazionale il prossimo 7 marzo presso il cinema Odeon di Firenze. Si tratta di un evento eccezionale, da non perdere, perché, oltre ad alcuni rappresentanti delle associazioni britanniche e italiane che si occupano del tema, sarà presente proprio Syed Aamir Raza.

Il benessere dei bambini nei paesi ricchi. Un quadro comparativo

20 gennaio 2014 – 10:30 | 2 commenti
UNICEF_Bambini_cover

Valeria Confalonieri

Benessere materiale, salute e sicurezza, istruzione, comportamenti e rischi, condizioni abitative e ambientali. Questi gli aspetti studiati nello studio dell’UNICEF, dove la classifica è aperta da Olanda, Norvegia, Islanda, Finlandia e chiusa da Stati Uniti, Lituania, Lettonia e Romania. E l’Italia?

Salute e mercato

27 novembre 2013 – 10:03 | 2 commenti

Gavino Maciocco

Per la prima volta nella storia degli ultimi due secoli in USA la speranza di vita alla nascita mostra uno stop nella crescita o una regressione, a causa dell’obesità e delle sue conseguenze sulla salute. In Europa si scopre che le persone vivono più a lungo in cattiva salute. “Le diseguaglianze nella salute, tra paesi e all’interno dei paesi, non sono mai state così grandi nella storia recente. Noi viviamo in un mondo di paesi ricchi pieni di gente povera e malata. La crescita delle malattie croniche minaccia di allargare ancora di più questo gap. Gli sforzi per prevenire queste malattie vanno contro l’interesse commerciale di operatori economici molto potenti e questa è una delle sfide più grandi da affrontare nella promozione della salute”.

Pin It on Pinterest